CORONA COVID-19 VIRUS

Il primo caso di Coronavirus (COVID-19) è stato segnalato a Wuhan, nella provincia di Hubei in Cina nel dicembre 2019. L'epidemia è stata poi classificata come pandemia dall' Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) l'11 Marzo 2020.

Casi in Italia
~
Morti
~
Ricoverati
~
* Ultimo aggiornamento: ~
Ultime dal blog

Ultimi aggiornamenti

Tamponi per i soggetti rientrati dall’estero

ASL VCO, per i soggetti rientrati dall’estero, ha pubblicato il seguente programma per l’esecuzione dei tamponi per il coronavirus.   Calendario tampone Link: calendario tamponi dal 19 al 25 ottobre 2020 calendario tamponi dal 26 ottobre al 01 novembre 2020 calendario tamponi dal 02 al 08 novembre 2020

Reperimento strutture alberghiere con supporto socio-sanitario – Emergenza Covid-19

Emergenza Covid-19 – La Regione Piemonte ha pubblicato il seguente avviso per manifestazione d’interesse per il reperimento di strutture alberghiere con supporto socio – sanitario (“ albergo assistito ”) per pazienti ultrassesantacinquenni autosufficienti o parzialmente autosufficienti, covid-19 positivi asintomatici o paucisintomatici.   Tutte le informazioni relative a questo AVVISO

L’ASL VCO APPLICA LE MISURE URGENTI PREVISTE PER LA GESTIONE DELL’EMERGENZA DA SARS-COV2

Il Dipartimento Interaziendale Malattie ed Emergenze Infettive della Regione Piemonte (DIRMEI) ha impartito disposizioni urgenti in ordine all’emergenza pandemica Covid-19 pertanto l’Unità di Gestione Covid19 dell’ASL VCO, che la Direzione Generale ha più volte convocato in questa settimana, ha assunto conseguenti decisioni relativamente all’organizzazione dei servizi sanitari: • continua la sospensione nei Presidi Ospedalieri di…

La malattia

Coronavirus
(COVID-19)

COVID-19 Covid-19 è una nuova malattia che colpisce i polmoni e le vie respiratorie. è causato da un virus denominato coronavirus, scoperto a Wuhan, nella provincia di Hubei in Cina nel dicembre 2019.

I segni dell'infezione più comuni sono sintomi respiratori, febbre, tosse, fiato corto e difficoltà a respirare. Nei casi più gravi questa infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta, insufficienza renale e persino morte.

Le raccomandazioni più frequenti per prevenire l'infezione sono: lavarsi le mani regolarmente, coprirsi naso e bocca quando si tossisce o si starnutisce, cottura di carne e uova. È necessario evitare contatti con chiunque abbia mostrato segni di malattie respiratore, come tosse e raffreddore.

Come si trasmette il Coronavirus

Trasmissione del
COVID-19

Trattandosi di una nuova malattia, non si sa esattamente come il coronavirus si trasmetta da persona a persona. Virus simili vengono diffuse dalle goccioline espulse attraverso la tosse.

Da persona a persona se a contatto diretto con un infetto

Si crede che il coronavirus venga trasmesso principalmente da persona a persona. Ciò può accadere tra persone che sono a stretto contatto l'una con l'altra.

Contatto con superfici o oggetti infetti

Una persona potrebbe contrarre il COVID-19 toccando prima un'oggetto o una superficie infetta e poi toccandosi occhi, naso o bocca.

Goccioline espulse da tosse o starnuti dalla persona infetta

Si crede che il coronavirus venga trasmesso principalmente da persona a persona. Ciò può accadere tra persone che sono a stretto contatto l'una con l'altra.

QUALI SONO I SINTOMI DEL COVID-19?

Sintomi del Coronavirus

I sintomi più frequenti del COVID-19 sono: febbre, stanchezza e tosse secca. Alcuni pazienti hanno riportato altri dolori, congestione nasale, rinorrea, mal di gola o diarrea. Questi sintomi sono spesso lievi ed iniziano gradualmente. I sintomi potrebbero apparire 2 - 14 giorni dopo l'essere venuti in contatto col virus.

Febbre

Febbre alta – indicata dal calore percepibile col tatto sul collo e sulla schiena (non è necessario misurare la febbre). È un sintomo comune e può comparire dopo 2 - 10 giorni.

Tosse

Tosse continua – ovvero se si tossisce molto per più di un'ora oppure se compaiono 3 o più episodi di tosse in 24 ore (se di solito si ha la tosse, questa è peggio del solito)

Fiato corto

Difficoltà respiratorie – almeno 1 persona su 6 che ha contratto il COVID-19 si ammala gravemente e sviluppa fiato corto o difficoltà a respirare.

Resta a casa e chiama il dottore: Se pensi di essere stato esposto al COVID-19 e di aver sviluppato febbre ed altri sintomi come tosse o difficoltà a respirare, chiama il tuo dottore il prima possibile.

COME PROTEGGERSI?

PREVENZIONE
& CONSIGLIO

Attualmente non esiste alcun vaccino per prevenire il coronavirus (COVID-19). Il miglior modo per prevenire la malattia è evitare di essere esposti al virus. Sii sempre attento alle ultime informazioni sull'epidemia, disponibili sul sito dell' OMS e attraverso le autorità di salute pubblica nazionali e locali.

Lava spesso le mani

Lava spesso ed accuratamente le mani con una soluzione alcolica o con acqua e sapone per almeno 20 secondi strofinandole bene su entrambi i lati.

Distanziamento sociale

Mantieni almeno 1 metro di distanza tra te e chiunque stia tossendo o starnutendo. Se ti avvicini troppo avrai maggiori possibilità di essere infettato.

Evita di toccarti la faccia

Le mani toccano troppe superfici e possono essere vettori dei virus. Infatti le mani possono trasferire i virus ai tuo occhi, naso e bocca e farti ammalare.

Pratica l'igiene respiratoria

Mantieni una buona igiene respiratoria coprendo bocca e naso con l'incavo del tuo gomito o con un fazzoletto quando tossisci o starnutisci.

Adotta le seguenti misure per proteggere gli altri 

  • Resta a casa se non ti senti bene – Resta a casa se sei malato se non ti senti bene, esci solo per ricevere cure mediche
  • Copri la bocca  e il naso – con un fazzoletto quando tossisci o starnutisci ( butta il fazzolettino usato nella spazzatura) oppure usa l'interno del tuo gomito
  • Indossa la mascherina se non ti senti bene – Dovresti indossare una mascherina quando sei circondato da altre persone (per esempio condividendo una stanza o un veicolo) e prima di accedere ad un servizio sanitario.
  • Pulisci e disinfetta frequentemente le superfici toccate ogni giorno – This includes phones, tables, light switches, doorknobs, controsoffitti, manici, scrivanie, bagni, rubinetti e lavelli.
  • Pulisci le superfici sporche – Usa un detergente o acqua e sapone prima di disinfettare.
  • Resta aggiornato sulla situazione locale del CODID – Tienti aggiornato circa le informazioni riguardanti l'attività locale del COVID-19 dalle autorità sanitarie competenti.
  • Pattumiera dedicata – Se possibile, separa la pattumiera delle persone malate. Usa i guanti quando rimuovi, manipoli e smaltisci i rifiuti.

Segui i seguenti step per
lavare le mani

Perchè ho bisogno di lavare le mani
Sapone sulle mani
Palmo su palmo
Intreccia le dita
Sul dorso
Risciacqua le mani
Strofina i polsi
SII ATTENTO E RESTA AL SICURO

Trattamenti per il coronavirus

Ad oggi, non c'è un vaccino e una specifica medicina antivirale per prevenire o curare il COVID-2019. Comunque, coloro che ne sono affetti ricevono cure te trattamenti per alleviare i sintomi. Individui con gravi malattie devono essere ricoverati in ospedale. la maggior parte dei pazienti si riprendono grazie a questi trattamenti.

Gli antibiotici non servono perchè inefficaci contro il virus. I trattamenti alleviano i sintomi mentre il tuo corpo combatte la malattia. È necessario rimanere in isolamento, lontano dalle persone, fino a recupero completo.

Cura personale

Se hai sintomi lievi, rimani a casa fino a completa guarigione. Puoi attenuare i sintomi se:

  • Riposi e dormi
  • Resti al caldo
  • Ingerisci molti liquidi
  • Utilizzi un umidificatore oppure fai docce calde per alleviare la tosse e il mal di gola
Trattamenti Medici

Se sviluppi febbre, tosse e difficoltà a respirare, cerca immediatamente aiuto medico. Chiama in anticipo e comunica al tuo medico dei tuoi spostamenti, viaggi o contatti recenti con viaggiatori.

COSE DA FARE E COSE DA NON FARE

PROTEGGITI

La cosa migliore da fare è pianificare una nuova routine quotidiana. Fai pochi step alla volta per proteggerti come lavarsi e pulirsi spesso le mani, evitare contatti ravvicinati, coprirsi naso e bocca quando si starnutisce o si tossisce, pulire quotidianamente le superfici utilizzate quotidianamente, etc. Il modo migliore per prevenire la malattia è evitare di esporsi al virus.

Evita contatti stretti
Non toccare la faccia
Distanziamento sociale
Lava spesso le mani
Bevi molta acqua
Usa la mascherina
Frequently Asked Questions

Common Question
& Answer

Che cos'è il nuovo coronavirus?

L'11 febbraio 2020 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato il nome ufficiale per la malattia che ha causato l'epidemia del nuovo coronavirus 2019, identificato a Wuhan in Cina. Il nome della nuova malattia è coronavirus disease 2019, abbreviata in COVID-19. 'CO' sta per 'corona', 'VI' per virus e 'D' per 'malattia' (disease in lingua inglese). Precedentemente questa malattia era indicata come 'nuovo coronavirus 2019' o '2019-nCoV'.

Il nuovo coronavirus è un coronavirus che non è mai stato identificato prima. Il virus che causa il COVID-19 non è lo stesso tipo di coronavirus che circola comunemente tra gli umani e che causa malattie lievi, come il comune raffreddore.

L'11 febbraio 2020 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato il nome ufficiale per la malattia che ha causato l'epidemia del nuovo coronavirus 2019, identificato a Wuhan in Cina. Il nome della nuova malattia è coronavirus disease 2019, abbreviata in COVID-19. 'CO' sta per 'corona', 'VI' per virus e 'D' per 'malattia' (disease in lingua inglese). Precedentemente questa malattia era indicata come 'nuovo coronavirus 2019' o '2019-nCoV'.

Esistono diverse tipologie di coronavirus umani, inclusi quelli che causano comunemente malattie lievi del tratto respiratorio superiore. Il COVID-19 è una nuova malattia causata da un nuovo coronavirus mai riscontrato negli esseri umani. Il nome della malattia è stato scelto seguendo le direttive dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Le persone possono combattere lo stigma aiutando, e non ferendo e isolando, altre persone attraverso il supporto sociale, imparando, condividendo notizie, come il virus si trasmetta realmente e non che colpisca uno specifico gruppo etnico.

Perchè qualcuno potrebbe evitare o colpevolizzare determinati individui e gruppi di individui? Alcune persone negli Stati Uniti potrebbero essere preoccupati per i propri parenti ed amici che vivono oltremare o in località dove il COVID-19 si sta espandendo. Altre persone sono invece preoccupati per questa nuova epidemia. Ansia e paura possono condurre allo stigma sociale, ad esempio, verso i Cinesi o gli Americani asiatici o verso le persone in quarantena.

Perchè qualcuno potrebbe evitare o colpevolizzare determinati individui e gruppi di individui? Lo stigma altro non è che la discriminazione verso uno specifico gruppo di persone, o verso una Nazione. Spesso è associato ad una scarsa conoscenza su come il COVID-19 si diffonde, alla necessità di incolpare qualcuno, al temere la malattia e la morte e al diffondere voci infondate.

Perchè qualcuno potrebbe evitare o colpevolizzare determinati individui e gruppi di individui? Lo stigma nuoce a tutti creando più rabbia e paura verso le persone anziché sulla malattia.

Qual è la fonte del virus?

I Coronavirus sono una grande famiglia di virus. Alcuni di questi causano malattie nelle persone, e altri, come i coronavirus canini e felini, infettano gli animali. Raramente, i coronavirus animali infettano le persone e si diffondono tra le persone. Si sospetta che sia successo questo per il virus che ha causato il COVID-19. La MERS e la SARS sono due esempi di coronavirus che si sono originati dagli animali e si sono diffusi tra le persone. Più informazioni relative alla provenienza e al diffondersi del COVID-19 sono disponibilie su Situation Summary: Source and Spread of the Virus.

Il virus è stato scoperto a Wuhan nella provincia di Hubei in Cina. Le prime infezioni sono avvenute in un mercato di animali vivi ma in seguito il virus si è diffuso tra persona e persona. È importante notare che il contagio da persona a persona può avvenire su un continuum. Alcuni virus sono altamente contagiosi (come il morbillo) mentre altri meno.

Il virus che causa il COVID-19 sembra diffondersi facilmente e stabilmente nella comunità ("diffusione nella comunità") inalcune delle aree colpite. Il diffondersi nella comunità del virus spiega che le persone sono state infettate in un area, comprese quelle che non sono sicure come e dove hanno contratto il virus.

Vedi cosa si conosce circa il diffondersi dei nuovi emergenti coronavirus.

Il virus che causa il COVID-19 si sta diffondendo da persona a persona. Chi è positivo al COVID-19 può trasmettere la malattia ad altri. Per questo motivo il Governo raccomanda a questi pazienti di isolarsi in ospedale oppure a casa (dipende da quanto si è malati) fino a quando diventano negativi.

Il tempo di guarigione può variare e quindi il periodo di isolamento è deciso caso per caso basandosi su consultazioni mediche, prevenzione dell'infezione, controlli degli esperti e dalle autorità della salute pubblica. Questo implica che per ogni situazione vanno considerate queste specifiche includendo la gravità della malattia, i sintomi e i risultati dei test di laboratorio.

L'attuale guida per quando è possibile lasciare l'isolamento   indica come comportarsi caso per caso includendo tutti i seguenti requisiti:

  • Il paziente non ha febbre e non assume farmaci per la febbre.
  • Il paziente non mostra sintomi, compresa la tosse.
  • Il paziente è risultato negativo su almeno due tamponi consecutivi raccolti a distanza di 24 ore l'uno dall'altro.

Le persone che possono lasciare l'isolamento non sono a rischio di infezione per gli altri.

Non è ancora conosciuto se il tempo e la temperatura impattano sul diffondersi del COVID-19. Altri virus, come il raffreddore e l'influenza, si diffondono molto durante le stagioni fredde ma questo non significa che è impossibile ammalarsi di questi virus durante gli altri mesi. A questo punto, non si può affermare se la diffusione del COVID-19 diminuirà nei mesi estivi. C'è molto da studiare per quanto riguarda la trasmissibilità, la gravità e altre caratteristiche associate al COVID-19.

Generalmente i coronavirus vengono trasmessi da persona a persona attraverso le goccioline espulse dal respiro. Attualmente non c’è alcuna evidenza che supporti la trasmissione del COVID-19 attraverso il cibo. Prima di preparare o di ingerire qualsiasi tipo di cibo è importante lavarsi le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi per la sicurezza generale dei generi alimentari. Durante la giornata, lava sempre le mani dopo esserti soffiato il naso, aver tossito o starnutito o dopo essere andato in bagno.

Il COVID-19 può essere contratto toccando una superficie o un oggetto infetto e poi toccandosi occhi, naso e bocca, sebbene non sia questo il metodo di trasmissione principale.

Il coronavirus sopravvive poco sulle superfici, per questo è davvero molto basso il rischio che venga trasmesso tramite il cibo, prodotti alimentari o pacchi che sono spediti per un periodo di giorni o settimane a temperature refrigerate o congelate.

Per saperne di più su come si diffonde il COVID-19.

La diffusione comunitaria indica che le persone sono stati infettati con il virus in una determinata area, includendo anche chi non è sicuro di come o quando sia stato infettato.

Cosa posso fare per proteggermi ed evitare la diffusione della malattia?
Misure protettive per tutti

Controlla sempre le ultime notizie relative alla diffusione del COVID-19, disponibili sul sito dell’OMS e tramite gli organi sanitari nazionali e locali. Molte Nazioni sono affette dal COVID-19. Alcune nazioni, come la Cina, sono risultate vittoriose nel rallentare o fermare la diffusione dell’epidemia. La situazione, però, è imprevedibile; per questo è necessario informarsi sempre sulle ultime notizie.

Puoi ridurre le possibilità di essere colpito dal COVID-19 rispettando alcune semplice precauzioni:

  • Lava regolarmente ed attentamente le mani con acqua e sapone oppure con una soluzione alcolica.
    Perché? Lavando le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica uccide i virus che potrebbero trovarsi sulle tue mani.
  • Mantieni la distanza di almeno 1 metro di distanza tra te e chiunque stia tossendo o starnutendo.
    Perché? Quando qualcuno starnutisce o tossisce espelle delle piccolissime goccioline da naso e bocca, che possono contenere il virus. Se ti trovi troppo vicino potresti respirare queste goccioline, incluse quelle espulse da una persona positiva al COVID-19
  • Evita di toccarti occhi, naso e bocca.
    Perché? Le mani toccano qualsiasi superficie e possono raccogliere il virus. Una volta contaminati, le mani possono trasportate il virus ai tuoi occhi, naso e bocca. In questo modo il virus può entrare nel tuo corpo e farti ammalare.
  • Assicurati che tu e gli altri seguiate una buona igiene respiratoria, coprendo il naso e la bocca con l’incavo del ginocchio o con un fazzoletto quando tossisci o starnutisci e poi getta immediatamente il fazzoletto usato.
    Perché? Le goccioline espulse trasmettono il virus. Seguendo una buona igiene respiratoria potrai proteggerti e proteggere le persone accanto a te da virus come febbre, influenza e COVID-19
  • Se non ti senti bene, rimani a casa. Se presenti febbre, tosse e difficoltà respiratorie, chiama subito un medico e segui le indicazioni delle autorità sanitarie locali.
    Perché? Le autorità locali e nazioni hanno le informazioni più aggiornate riguardo l’area in cui vivi. Chiamando subito un medico potrai essere indirizzato alla struttura medica più adatta, evitando di diffondere ulteriormente il virus e/o altre malattie.
  • Informati sugli ultimi focolai di COVID-19 (i focolai COVID sono città o località in cui il virus si diffonde velocemente). Se possibile, evita di viaggiare e di spostarsi, soprattutto se sei una persona anziana con diabete o con malattie cardiache o polmonari.
    Perché? Avresti maggiori possibilità di essere colpito dal virus COVID-19 in una di queste aree.

Familiari, partner stabili e badanti in strutture non sanitarie possono entrare in contatto con persone sintomatiche, positive ai test in laboratorio o in quarantena. Coloro che sono in contatto con queste categorie dovrebbero controllare la loro salute e contattare immediatamente un medico qualora si manifestino i sintomi che potrebbero indicare il COVID-19 (febbre, tosse, difficoltà a respirare).

Anche le persone vicini a familiari, partner e badanti dovrebbero seguire queste raccomandazioni:

  • Assicurarsi di poter aiutare il paziente a seguire le indicazioni mediche. Sarà necessario aiutare il paziente nei bisogni quotidiani e provvedere supporto per spese alimentari, prescrizioni e altri bisogni personali.
  • Controllare costantemente i sintomi del paziente. Se il paziente peggiora, chiamare immediatamente un medico indicando che il paziente risulta positivo al test COVID-19. Questo aiuterà anche le strutture mediche e i medici a prevenire eventuali infezioni in sale di attesa o in uffici. Se necessario, chiedere maggiore assistenza ai dipartimenti sanitari locali o statali. Se il paziente ha un’emergenza medica, chiamare il 118 indicando che il paziente ha, o è in attesa di valutazione, per il COVID-19.
  • I familiari devono occupare un’altra stanza, utilizzando un’altra camera da letto e un altro bagno disponibile, e restare lontani dal paziente il più tempo possibile.
  • Vietare tutte le visite non necessarie.
  • I familiari devono occuparsi di eventuali animali domestici. Non occuparsi di animali domestici o altri animali se malati.  Per maggiori informazioni: COVID-19 e animali..
  • Assicurati che gli spazi condivisi abbiano un buon ricambio d’aria, come l’aria condizionata o le finestre aperte.
  • Adotta una buona igiene delle mani. Lava spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o utilizzando una soluzione che contenga dal 60 al 95% di alcool. Acqua e sapone dovrebbero essere utilizzati quando le mani sono visibilmente sporche.
  • Evita di toccare occhi, naso e bocca con le mani sporche.
  • Il paziente dovrebbe utilizzare una mascherina se vicino ad altre persone. Se non dovesse riuscire a portarla perché, ad esempio, ha problemi respiratori, tutte le altre persone che condividono lo stesso spazio del paziente dovranno indossare una mascherina.
  • Indossa una mascherina e guanti usa e getta e guanti se si è in contatto con il sangue, feci o fluidi corporei come saliva, espettorato, muco, vomito, urina etc.
    • Getta immediatamente la maschera e i guanti dopo l’uso. Non riutilizzarli.
    • Quando si rimuove l’attrezzatura protettiva, rimuovere dapprima i guanti. Poi, lavarsi immediatamente le mani con acqua e sapone o soluzione a base alcolica. Rimuovere quindi la mascherina e pulirsi nuovamente le mani con acqua e sapone o con la soluzione a base alcolica.
  • Evita la condivisione di oggetti casalinghi con il paziente. Non condividere piatti, bicchieri, tazze, posate, asciugamani o altri oggetti. Dopo che il paziente ha utilizzato questi oggetti, lavarli con accortezza (vedere più in basso “lavaggio bucato”)
  • Pulisci quotidianamente tutte le superfici ad alto contatto, come banconi, piani di lavoro, maniglie, sanitari, tavoli. Pulire anche tutte le superfici che possono essere a contatto con sangue, feci o fluidi corporei.
    • Utilizzare uno spray per la pulizia della casa o delle salviette igieniche, seguendo le istruzioni riportate sull’etichetta. Le istruzioni riportate su di esse sono per un utilizzo sicuro ed efficace del prodotto, comprese le precauzioni da adottare quando lo si usa, come ad esempio utilizzare dei guanti ed avere una buona ventilazione durante l’applicazione dello stesso.
  • Lavaggio biancheria.
    • Rimuovi e lava immediatamente vestiti o lenzuola macchiati di sangue, feci o fluidi corporei. .
    • Lava guanti usa e getta quando si utilizzano oggetti sporchi e cerca di tenerli lontani dal corpo. Lava le mani (acqua e sapone, soluzione alcolica) immediatamente dopo aver tolto i guanti
    • Segui le istruzioni sui detergenti per il lavaggio. Usa un normale detersivo per i panni e asciugare ad una buona temperatura.
  • Riponi tutti i guanti utilizzati, mascherine ed altri elementi contaminati in un’apposita busta prima di buttarli. Lava le mani immediatamente dopo aver maneggiato questi oggetti e la busta. È preferibile usare acqua e sapone quando le mani sono visibilmente sporche.
  • Per qualsiasi altra informazione, chiama il dipartimento locale di salute oppure il tuo medico.

Le persone anziane e persone di tutte le età con serie patologie pregresse sono a maggior rischio di soffrire di complicazioni legati al COVID-19. Le persone a maggior rischio sono:

  • Persone in età avanzata
  • Persone che soffrono di patologie pregresse come:
    • Malattie cardiache
    • Polmonari
    • Diabete

Se sei una persona ad alto rischio, dovresti: fare scorta di provviste, adottare precauzioni quotidiane come stare a distanza di sicurezza dagli altri, stare lontano dalle persone infette, limitare contatti stretti, lavarsi spesso le mani, evitare folle e viaggi non essenziali. Se c’è un focolaio nella tua città, cerca di restare a casa il maggior tempo possibile. Poni attenzione ai sintomi, se ti ammali resta a casa e chiama il dottore. Sono disponibili maggiori informazioni su come preparati, cosa fare quando sei malato e su come badanti e comunità possono supportare persone ad alto rischio a: Persone ad alto rischio per COVID-19.

Indossa la mascherina solo se mostri i sintomi del COVID-19 (soprattutto la tosse) oppure se ti occupi di una persona che potrebbe avere il covid. Le mascherine usa e getta possono essere usati solo una volta. Se non sei malato e se non ti occupi di una persona malata stai sprecando mascherine. C’è carenza di mascherine nel mondo e l’OMS consiglia di usare le mascherine con parsimonia.

L’OMS consiglia un utilizzo moderato e razionale di mascherine per evitare sprechi di preziose risorse e di mascherine (vedi come usare la mascherina).

Il modo migliore per proteggere te stesso e gli altri dal COVID-19 è di pulirsi spesso le mani, coprirsi con l’incavo del gomito o con un fazzoletto quando si tossisce o si starnutisce e mantenere la distanza di 1 metro (3 piedi) dalle chi sta starnutendo o tossendo. Vedi le misure protettive per il coronavirus per maggiori informazioni.

Quali sono i sintomi del COVID-19?

I sintomi più comuni del COVID-19 sono febbre, stanchezza e tosse secca. Alcuni pazienti possono avere dolori, congestione nasale, rinorrea, mal di gola e diarrea. Questi sintomi sono solitamente blandi e iniziano gradualmente. Alcune persone si infettano ma non sviluppano sintomi e si sentono bene. La maggior parte delle persone (circa l' 80%) guarisce senza speciali trattamenti. Circa un malato su sei diventa seriamente malato e sviluppa difficoltà respiratorie. Le persone più anziane e quelle con problemi come ipertensione, cardiopatia o diabete hanno maggiore probabilità di sviluppare una malattia grave. Persone con la febbre, tosse e difficoltà respiratorie dovrebbero richiedere consulti medici.

Leggi quali sono i sintomi del COVID-19.

Non tutti hanno bisogno di un test per il COVID-19. Qui puoi trovare informazioni riguardo i test per il COVID-19.

I test e i luoghi variano da Paese a Paese. Contatta le strutture territoriali per avere maggior informazioni oppure contatta un medico.

Se un tampone risulta negativo significa che il virus che causa il COVID-19 non è stato trovato nella persona. Nelle prime fasi dell'infezione, è possibileche il virus non venga rilevato nella persona.

Un tampone con esito negativo effettuato su una persona con sintomi, rivela che non è il COVID-19 a causare la malattia.

Cosa devo fare in caso di focolaio nella mia città?

In caso di focolaio mantieni la calma e metti in atto un piano d’intervento. Segui i seguenti punti:

Proteggi te stesso e il prossimo.

  • Se sei malato, resta a casa e mantieni le distanze tra te e chi è malato. Limita i contatti stretti con gli altri il più possibile.

Metti in atto un piano d’intervento.

  • Informati sulla situazione locale del COVID-19. Resta aggiornato sulla chiusura temporanea delle scuole in quanto potrebbe modificare la tua routine quotidiana.
  • Mantieni una buona igiene respiratoria e fisica. Tossisci o starnutisci in un fazzoletto e lava spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o con una soluzione contenente il 60% di alcool. Pulisci spesso le superfici e oggetti con cui entri in contatto utilizzando un normale detergente e acqua.
  • Informa il prima possibile il tuo datore di lavoro se i programmi lavorativi cambiano. Chiedi di poter lavorare da casa o prendi un permesso se qualche familiare a stretto contatto si ammala di Covid-19, o se la scuola dei tuoi figli chiude temporaneamente. Per saperne di più su come pianificare il lavoro durante il COVID-19.
  • Rimani in contatto con gli altri tramite e-mail o telefono. Se hai una condizione medica cronica o vivi da solo chiedi alla tua famiglia, amici o badante di vedere regolarmente come stai. Rimani in contatto con famigliari ed amici, soprattutto coloro che rischiano di sviluppare gravi complicanze, come gli anziani o persone con condizioni mediche croniche.

Una situazione di focolaio può essere stressante per adulti e bambini. Parla con calma ai tuoi figli riguardo l’epidemia e rassicurali. Se necessario, spiegate loro che la maggior parte della malattia COVID sembra essere lieve.

I bambini rispondono a situazioni stressanti in maniera diversa rispetto agli adulti

Trattandosi di un nuovo virus stiamo ancora scoprendo nuove cose, ma non sembra colpire particolarmente i bambini. La maggior parte delle malattie, incluse quelle più gravi, paiono colpire gli adulti e gli anziani. Qualora ci siano casi di COVID-19 nella scuola frequentata dai vostri figli, la scuola potrebbe chiudere temporaneamente e lasciare a casa gli allievi. Segui le chiusure delle scuole nella tua città e, se necessario, utilizza soluzioni alternative per la loro custodia.

Se tuo figlio o i tuoi figli si ammalano di COVID-19 informa immediatamente la scuola o la struttura per l’infanzia, parla con i suoi/loro insegnanti per eventuali attività che possono seguire da casa per proseguire il lavoro scolastico.

Disincentiva i tuoi figli dal vedersi con gli altri in luoghi pubblici per rallentare l’epidemia.

A seconda della situazione, le autorità ufficiali potranno raccomandare azioni per ridurre l’esposizione al COVID-19 come la chiusura delle scuole. Informati tramite notiziari ufficiali sulla chiusura o segui le comunicazioni della scuola. In caso di chiusura, scoraggia gli studenti e i membri del corpo scolastico di assembrarsi in luoghi come casa di amici, ristoranti o centri commerciali.

Generalmente i coronavirus vengono trasmessi da persona a persona attraverso le goccioline espulse dal respiro. Attualmente non c’è alcuna evidenza che supporti la trasmissione del COVID-19 attraverso il cibo. Prima di preparare o di ingerire qualsiasi tipo di cibo è importante lavarsi le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi per la sicurezza generale dei generi alimentari. Durante la giornata, lava sempre le mani dopo esserti soffiato il naso, aver tossito o starnutito o dopo essere andato in bagno.

Il COVID-19 può essere contratto toccando una superficie o un oggetto infetta e poi toccandosi occhi, naso e bocca, sebbene non sia questo il metodo di trasmissione principale.

Il coronavirus sopravvive poco sulle superfici, per questo è davvero molto basso il rischio che venga trasmesso tramite il cibo, prodotti alimentari o pacchi che sono spediti per un periodo di giorni o settimane a temperature refrigerate o congelate.

Per saperne di più su come si diffonde il COVID-19.

Segui i consigli forniti dalle autorità sanitarie locali. Se possibile, rimani a casa. Parla con il tuo datore di lavoro per discutere di smart-working e chiedendo un congedo se tu o qualcuno della tua famiglia dovesse dimostrare sintomi del COVID-19, oppure se le scuole dovessero chiudere temporaneamente. I datori di lavoro devono necessariamente comprendere che, in caso di focolaio, molti impiegati potrebbero restare a casa per occuparsi dei figli o di membri della famiglia malati.

Il COVID-19 può essere trasmesso in aree calde e umide?

Fino ad ora, il COVID può essere trasmesso in TUTTE LE AREE, comprese le aree calde e umide. Indipendentemente dal clima, adotta delle misure protettive se vivi o viaggi in un area dove è presente il COVID-19. Il miglior modo per proteggersi dal COVID-19 è lavarsi frequentemente le mani. Facendo ciò elimini i virus che possono essere sulle tue mani e eviti di infettarti dopo esserti toccato gli occhi, la bocca e il naso.

Non c'è nessuna ragione per credere che il freddo possa uccidere il nuovo corona virus o altre malattie. La temperatura corporea media tra le persone è i 36.5°C e i 37°C, indipendentemente dalla temperatura esterna o il meteo. Il modo più efficace per proteggersi contro il nuovo coronavirus è disinfettarsi le mani con gel a base alcolica e lavandole con acqua e sapone.

Fare un bagno caldo non previene la contrazione del virus. La tua temperatura corporea resta tra i 36.5°C e i 37°C, indipendentemente dalla temperatura dell'acqua. Attualmente, fare un bagno caldo con acqua estremamente calda può essere dannoso e causare abrasioni. Il miglior modo per proteggersi dal COVID-19 è lavarsi frequentemente le mani. Facendo ciò elimini i virus che possono essere sulle tue mani e eviti di infettarti dopo esserti toccato gli occhi, la bocca e il naso.

Ad ora non ci sono evidenze che il coronavirus possa essere trasmesso dalle zanzare. Il nuovo coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde innanzitutto attraverso le goccioline emesse durante la tosse, gli starnuti oppure attaverso goccioline di salia o attraverso la secrezione nasale. Il modo più efficace per proteggersi contro il nuovo coronavirus è disinfettarsi le mani con gel a base alcolica e lavandole con acqua e sapone. Evita contatti stretti con persone che tossiscono e starnutiscono.

No.Gli asciugamani elettrici non sono in grando di uccidere il virus. Il modo più efficace per proteggersi contro il nuovo coronavirus è disinfettarsi le mani con gel a base alcolica e lavandole con acqua e sapone. Dopo averle lavate, dovresti asciugarle con carta oppure un asciugamani elettrico.

Le lampade UV non dovrebbero essere usate per sterilizzare le mani o altre parti del corpo dato che i raggi UV posso causare irritazioni.

I termo scanner sono efficaci nell'individuare chi ha febbre.

Tuttavia, non possono individuare chi è infetto ma non ha febbre. Questo perchè ci vogliono dai 2 ai 10 giorni prima che le persone infettate diventino malate e sviluppino sintomi come la febbre.

No. I vaccini contro la polmonite, come il vaccino pneumococcico e il vaccino contro l'influenza Haemophilus di tipo B (Hib), non forniscono protezione contro il nuovo coronavirus.

Il virus è così nuovo e diverso che ha bisogno del proprio vaccino. I ricercatori stanno cercando di sviluppare un vaccino contro il COVID-19 e l'OMS sta supportando i loro sforzi.

Sebbene questi vaccini non siano efficaci contro il COVID-19, la vaccinazione contro le malattie respiratorie è altamente raccomandata per proteggere la tua salute.